”logodx"


News no image

Published on Gennaio 18th, 2010 | by Nidil_Firenze

0

Italia Lavoro S.p.a.- Il tribunale di Benevento riconosce la conversione di sei rapporti di collaborazione a progetto in lavoro subordinato a tempo indeterminato

justice is servedLunedì, 11 Gennaio, 2010

Con sentenza del 15 dicembre 2009 il Tribunale di Benevento è nuovamente intervenuto sui rapporti di collaborazione a progetto in Italia Lavoro S.p.a..

Il Giudice ha accolto il ricorso di sei collaboratori a progetto che chiedevano l’accertamento della insussistenza del rapporto di collaborazione e l’inefficacia e/o nullità del licenziamento intimato verbalmente.

Il Giudice ha riconosciuto la nullità dei sei contratti di collaborazione, disponendo la conversione di ciascun rapporto in lavoro subordinato a tempo indeterminato e il diritto al reintegro nel posto di lavoro.

Inoltre, ha condannato Italia Lavoro S.p.a. al risarcimento in favore di ciascun lavoratore del danno pari alla retribuzione globale di fatto.

 

Secondo il Tribunale, il progetto contenuto nel contratto è del tutto generico e pertanto inconsistente. Come già evidenziato dalla giurisprudenza in molte altre pronunce sul tema, in mancanza di uno specifico ed autonomo progetto, il contratto è da considerarsi nullo e in applicazione del comma 1 dell’art. 69 del D.Lgs. n. 276/03 il rapporto si trasforma in contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato fin dalla data di costituzione del rapporto.

 

Ad analoghe conclusioni il Giudice perviene anche in considerazione delle modalità con le quali si sono espletati i rapporti di lavoro, in quanto ricorrono alcuni requisiti della subordinazione individuati dalla Corte di Cassazione che consentono di distinguere il rapporto di lavoro autonomo da quello subordinato: l’osservanza di un orario predeterminato, la continuità della prestazione lavorativa, l’inserimento della prestazione nell’organizzazione aziendale e il coordinamento con l’attività imprenditoriale, l’assenza di rischio per il lavoratore e la forma della retribuzione.

 

Visualizza la sentenza


About the Author


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top ↑