”logodx"


Generale

Published on Marzo 13th, 2020 | by Mattia

0

I lavoratori somministrati al tempo del Covid-19

Chiunque sia o abbia a che fare col lavoro in somministrazione sa quanto l’attuale crisi comporti dei rischi per una categoria precaria. A scanso di equivoci è bene sapere che qualora le aziende venissero interessate da accordi per la CIG in deroga con causa le restrizioni di sicurezza per il Coronavirus, i lavoratori somministrati (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato) possono essere protetti dal Trattamento di Integrazione Salariale (TIS).
Come si attiva? Se è stato firmato un accordo di CIG in deroga che copra i lavoratori alle dirette dipendenze dell’utilizzatore, l’agenzia (non per forza su richiesta dell’utilizzatore) può attivare, senza bisogno dell’accordo con i sindacati ma comunicandolo agli stessi, un’indennità.
– Quanto spetta? L’indennità è pari all’80% della retribuzione e viene anticipata dall’agenzia che potrà prelevare le spettanze da Formatemp.
– Quanto dura? Quanto la durata minore della CIG in deroga per i lavoratori alle dirette dipendenze dell’azienda. Nello specifico se il lavoratore ha un contratto a tempo determinato ha una durata massima che si estende fino alla scadenza del contratto.
– Chi ne ha diritto? Ci vogliono le condizioni dei punti precedenti ma spetta a qualsiasi lavoratore somministrato a prescindere dal giorno dell’assunzione. Ad esempio, se il rapporto fosse iniziato un mese prima dall’accordo di CIG, non si avrebbe diritto alla TIS ordinaria ma si ha diritto alla TIS in deroga.
Questo provvedimento nasce dalla contrattazione collettiva stipulata tra Assolavoro e Nidil-CGIL, Felsa-Cisl e Uiltemp, ed è stato aggiornato in via speciale dall’accordo del 10 marzo 2020, a seguito della pubblicazione del “DPCM 9 marzo 2020” sulle misure urgenti di contenimento dell’emergenza epidemiologica.
Oltre al TIS per i lavoratori in somministrazione ci sono numerose prestazioni di tutela sanitaria, sostegno al reddito e agevolazioni che possono essere attivate. Per conoscerle e accedere alle procedure contattateci all’indirizzo nidil@firenze.tosc.cgil.it o tramite la pagina Facebook Nidil Firenze.


About the Author


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top ↑