”logodx"


Generale

Published on agosto 31st, 2014 | by Nidil

0

Eataly Firenze: da opportunità economica e occupazionale a problema di precarietà delle condizioni di lacvoro


eataly

“L’attuale modello Eataly non funziona. Dopo un iniziale confronto in fase di apertura, che ha consentito una parziale ricollocazione del personale della ex libreria Martelli, l’Azienda ha deciso di percorrere la strada delle scelte unilaterali e della precarietà del lavoro. Dobbiamo purtroppo rilevare che l’impegno assunto all’epoca dall’azienda di creare posti di lavoro stabili non si è al momento concretizzato”.

Nonostante l’attuale impossibilità di costituire una rappresentanza sindacale, come sindacato abbiamo sempre denunciato come tale modello non sia accettabile e quindi abbiamo sollecitato l’Azienda, anche nei giorni scorsi, a confrontarsi per definire una stabilizzazione dei troppi lavoratori interinali presenti nel punto vendita e sull’organizzazione dei turni. Dobbiamo però purtroppo prendere atto, continuano Bianchi e Branciamore,che l’Azienda ha deciso di sottrarsi al confronto, e di continuare, nelle more dell’attuale normativa, di proseguire sulla strada del precariato e del mancato rinnovo dei contratti in scadenza.

Questo atteggiamento non è accettabile, in quanto una opportunità economica per la città di Firenze non può trasformarsi in un problema di precarietà delle condizioni del lavoro. 

Come sindacato crediamo nella contrattazione e pertanto rinnoviamo con fermezza a Eataly di aprire un vero e costruttivo confronto su tutti i temi in questione.

Vogliamo che l’Azienda non perpetui questa inaccettabile situazione, ma apra finalmente un confronto per consentire a questa attività imprenditoriale di dare una stabilizzazione al lavoro nella contrattazione e non aprire una stagione di contenzioso dannoso per tutti, e per questo sfidiamo la proprietà a essere coerente con quanto dichiarato alla stampa.

 

Filcams CGIL Firenze

Nidil CGIL Firenze

 

Tags: , , , , ,


About the Author


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑