”logodx"


News no image

Published on Giugno 8th, 2010 | by Nidil_Firenze

0

Disoccupazione giovanile: la lingua batte dove il dente duole

rosaDopo il rapporto annuuale dell’ISTAT della scorsa settimana, che ha lanciato l’allarme sulle poche prospettive di lavoro e di formazione a disposizione dei giovani italiani, questa settimana è la Banca d’Italia a puntare il dito sulla disoccupazione giovanile, durante le considerazioni annuali di Mario Draghi, come spiega l’Unità del 1 giugno: dal 2008 il calo dell’occupazione tra i giovani è stato 7 volte maggiore rispetto a quello dei più anziani.
Subito dopo è di nuovo

l’ISTAT a ribadire il concetto, con il rapporto mensile sulla

disoccupazione, ripreso da Repubblica, Corriere, in un quadro in cui anche la

disoccupazione complessiva è aumentata. La differenza tra gliarticoli si

ha solo nel diverso peso che viene dato agli auspici di Emma

Marecegaglia che, commentando il modesto miglioramento della produzione

indistriale, prevede a breve un’inversione di tendenza anche

nell’occupazione. A sorpresa è il Giornale

mette in luce, con un articolo insolitamente malinconico, come la

manovra economica appena varata non

potrà che andare a peggiorare il dato della disoccupazione giovanile: il

blocco del turn over nel pubblico impiego infatti martellerà il

precariato under 35. Ed è quasi commovente leggere sul quotidiano della

famiglia Berlusconi la faticosa disanima di quali enti per poter

assumere potranno limitarsi a spendere un quinto delle risorse liberate

da cinque pensionamenti (gli enti locali) e quali enti invece sulle 5

teste pensionate dovranno comunque assumerne una sola (tutti gli altri),

quindi spendendo parecchio meno di un quinto. Lieta eccezione, le

universita’, dove si potrà reclutare una testa nuova ogni due

pensionate, quando si dice una visione lungimirante. A fare i conti

brutali per la fetta di lavoratori che ci pertiene maggiormente si

calcolano 80mila atipici in meno nel solo 2011.

 
 
 


About the Author


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top ↑