”logodx"


News no image

Published on Maggio 31st, 2010 | by Nidil_Firenze

0

Consegnava giornali “a progetto”: il giudice annulla la certificazione del contratto fatta dal prof. Tiraboschi e ordina l’assunzione a tempo indeterminato

sentenzaÈ stata bocciata dal Tribunale di Bergamo la certificazione, effettuata dalla Commissione istituita presso la Fondazione Marco Biagi all’Università di Modena e Reggio Emilia – presieduta dal prof. Michele Tiraboschi – del contratto a progetto di un lavoratore della Isonzo Multiservices di Azzano San Paolo.
 
La certificazione, introdotta con la legge 30/2003, è la procedura che consente di attestare la “veridicità” dei contratti atipici, legittimando il rispetto dei criteri di ricorso previsti dalla normativa.
 
A conclusione di una vertenza promossa da NIdiL e dall’Ufficio Vertenze della CGIL di Bergamo, il lavoratore – le cui mansioni prevedevano la consegna di giornali alle edicole per mezzo di un furgone aziendale – si è visto riconoscere la non veridicità della certificazione, la conseguente sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato, la riassunzione con instaurazione di rapporto di lavoro a tempo indeterminato, il riconoscimento di tutte le differenze retributive (oltre 18 mila euro) e il pagamento delle mensilità arretrate dal momento dell’impugnativa (oltre un anno e mezzo).

Leggi il comunicato della CGIL di Bergamo

Leggi il testo della sentenza 


About the Author


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to Top ↑